FILOSOFIA

Il desiderio di bellezza spinge le donne e gli uomini a rivolgersi al Chirurgo Plastico per correggere un’imperfezione fisica o rimuovere un disagio psicologico.
Infatti, correggere un difetto,apparire in forma o ed avere un aspetto riposato e rilassato aumenta la fiducia in noi stessi e migliora il rapporto con gli altri.
É per questo che la valorizzazione di ciò che siamo incide profondamente sulla nostra mente e sulla nostra personalità, influenzando positivamente la nostra salute e la nostra vita.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce la salute “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza dello stato di malattia o infermità”.
Pertanto l’armonia delle proprie forme e proporzioni conferisce maggior sicurezza in sé stessi, felicità e benessere.
Una delle caratteristiche che mi contraddistinguono è la possibilità di gestire come desidero il tempo che dedico alle mie pazienti.
É importante per me non avere una catena di montaggio, poiché ogni paziente necessità del suo spazio, sentirsi accolto e coccolato, ascoltato.
Venire dal chirurgo plastico non é e non deve essere un mordi e fuggi, bensì un rituale, un atto terapeutico, un programma di benessere.
Per questo scelto di dedicarmi all’attività privata (libero professionista). Nelle mie visite, oltre ad una corretta diagnosi e terapia, c’è anche il lato umano. Questo rapporto personale diventa molto importante per superare quello scoglio che spesso mi viene riferito: la difficoltà di comunicazione con il medico una volta eseguito il trattamento.
È mia abitudine spiegare rischi e complicanze dalla A alla Z, in modo che la scelta del trattamento sia presa in piena coscienza ed autonomia. Questo é normale che crei uno stato di allerta e preoccupazione, ma può essere superato riconoscendo la competenza con cui vengono effettuati i trattamenti e gentile le complicanze.